A tu per tu con Umberto Miletto


Il personal trainer più seguito in Italia sul web interverrà al 21° ForumClub per spiegare a personal trainer e operatori di club come attuare strategie social in grado di far crescere la propria attività.

Umberto Miletto – personal trainer capace di costruirsi una straordinaria notorietà con il proprio canale YouTube che, con oltre 94 milioni di visualizzazioni, è il canale italiano dedicato al fitness più seguito – parteciperà per la prima volta al ForumClub in veste di relatore. Venerdì 6 marzo, all’interno del Palazzo del Ghiaccio di Milano, terrà la sessione intitolata “Strategie social vincenti per il Fitness e per il Personal Training”, con la quale analizzerà l’evoluzione degli strumenti digitali e social avvenuta negli ultimi anni, illustrando alcune strategie di comprovata efficacia per lanciare un’attività fitness o per promuovere il proprio brand, che si tratti di se stessi o di un’azienda. Lo farà basandosi sugli straordinari risultai che ha ottenuto utilizzando il web. Terrà inoltre il workshop intitolato “Fare Business con il Calisthenics”, con il quale presenterà, dal punto di vista imprenditoriale, questa disciplina la cui popolarità è in ascesa. Nell’intervista che segue, fornisce interessanti anticipazioni di un’imperdibile sessione per trainer, manager e imprenditori.

 

Al 21° ForumClub terrai una sessione molto pratica, rivolta ai professionisti e agli imprenditori del settore. Che cosa ti senti di dire loro per convincerli a partecipare?

«Non vedo l’ora di condividere la mia esperienza. Nel 2005 ho aperto il mio centro di personal training e in 15 anni di attività ho assistito a una vera e propria trasformazione del nostro settore. Le attività proposte nei centri fitness sono cambiate, sono nate ed esplose nuove discipline e i centri di personal training, superata la fase embrionale, sono ora diffusi in tutto il territorio, offrendo grandi possibilità di business ai personal trainer. L’evoluzione, a mio avviso, è ancora in atto e per questa ragione non ci si può sedere sui risultati raggiunti. Credo che formarsi, aggiornarsi e sperimentare sia la regola d’oro per tutti e che il 21° ForumClub sia un’ottima occasione per arricchirsi di nuove conoscenze e, al tempo stesso, confrontarsi con altri operatori ed esperti del settore. Nel mio intervento sottolineerò l’importanza, al giorno d’oggi, dei social come strumenti tramite i quali valorizzare il proprio operato. Un’opportunità ancora sottovalutata da molti imprenditori e professionisti che può permettere, a chiunque, di moltiplicare i profitti della propria attività. Purtroppo esistono tanti miti sui social che, troppo spesso, vengono sfruttati in modo sbagliato. Molti imprenditori pensano che basti fare qualche post a pagamento per ottenere risultati, ma purtroppo non è così. I social sono un ottimo strumento per valorizzare la propria attività, ma vanno usati in un certo modo. Oggi è facile affidarsi a un’agenzia che si occupa della creazione di post a pagamento, ma molto raramente questa strategia produce risultati. Si finisce nel vortice di coloro che si definiscono “esperti social manager”, che sono poco esperti di fitness e vi fanno spendere tanti soldi senza valorizzare la vostra attività. Anche perché, con il passare del tempo, le pubblicità sui social sono diventate sempre più care e restrittive. Se prima, con una piccola spesa, era possibile raggiungere un pubblico molto vasto, ora non è più così: bisogna investire tanti soldi e il risultato finale non è affatto scontato! Il mio intervento si baserà proprio su questo: vi proporrò strategie pronte all’uso, semplici da attuare, grazie alle quali potrete sfruttare, nell’immediato, la forza dei social. Per operare sui social, bisogna avere le idee chiare e, soprattutto, essere meno “venditori”. Chi “frequenta” i social è stufo delle promozioni e delle pubblicità, ci va per distrarsi, per curiosare, per imparare e divertirsi. Solo capendo come entrare realmente in contatto con i nostri potenziali clienti riusciremo a creare un feeling con loro e attrarli verso le nostre attività».

 

Il tuo canale YouTube registra più di 94 milioni di visualizzazioni, un risultato straordinario che ne fa, in Italia, il canale più seguito nel mondo del fitness. Come si spiega un successo di tale portata e quali sono i suggerimenti fondamentali che ti senti di dare agli imprenditori e ai professionisti che muovono i primi passi, o che intendono “cambiar passo”, nel mondo digitale?

«Soprattutto in questi anni, canali come Youtube e Instagram l’hanno fatta da padroni. Chi è riuscito a intercettare questo trend è riuscito a lanciarsi e diventare un punto di riferimento nel proprio settore. Io stesso posso essere un testimone di questo fenomeno: il mio canale Youtube è diventato un punto di riferimento per gli amanti dell’allenamento. La ricetta vincente è sempre la stessa: essere spontanei e cercare di portare sul canale social il proprio modo di essere. La spontaneità premia sempre. Essere “veri” è l’arma che al giorno d’oggi permette di avere una marcia in più. Le persone che dall’altra parte dello schermo ci seguono sono stufe dei venditori impostati che voglio vendere a tutti i costi qualcosa. Sono stufi delle televendite a tutti i costi, amano invece i contenuti che possono aiutarli. Oggi più che mai, vale il principio “voi aiutate loro e loro aiuteranno voi”. Dunque proporre sui propri canali contenuti di qualità è l’arma da utilizzare a ogni costo. Dovete essere unici, non la copia di qualcun altro. Se vi impegnate per aiutare i vostri follower, loro si legheranno a voi. Crederanno nelle vostre capacità, parleranno bene di voi con gli amici e la vostra cerchia di follower inizierà a crescere. Se mettere la vostra professionalità al servizio dell’utente, l’utente vi darà fiducia. Diventerete il suo punto di riferimento e non vi mollerà più!».

 

Quali altre piattaforme social utilizzi e con quali risultati?

«Ho sempre sfruttato i social per la mia attività, dedicandovi molta attenzione. Youtube è stata la prima piattaforma web che ho utilizzato ed è quella alla quale, ad oggi, sono più legato. Nel 2006, quando aprii il mio canale Youtube per gioco, non immaginavo certo che grazie a questo canale sarei diventato un punto di riferimento nel fitness italiano. Youtube mi ha permesso di esprimermi al meglio, di diffondere le mie conoscenze a quello che oggi è il mio pubblico: circa 400mila iscritti al canale. Anche la nascita di Facebook ha subito suscitato la mia attenzione. L’idea era vincente e da subito ho usato anche questo social come strumento di lavoro, creando una Pagina molto seguita, arrivando fino a 295mila fan. Ma la spinta iniziale di Facebook si è spenta e in questi ultimi anni, come molti operatori del settore hanno potuto notare, si è ridimensionata sul piano della forza e delle interazioni. Personalmente, ho notato che gli appassionati di fitness si sono spostati principalmente su Instagram, generando numeri pazzeschi. Non a caso tanti trainer e tante aziende fitness hanno scelto questa piattaforma per promuoversi. Anch’io, in quest’ultimo anno, sono stato più presente su Instagram e i numeri non si sono fatti attendere. Anche grazie alle interazioni generate dalle storie, si possono creare legami molto forti con i follower. Anche su questo social, per avere successo, bisogna seguire delle regole basilari. Non basta aprire un canale per avere successo: i social vanno concepiti come un vero e proprio lavoro, dedicandovi tempo e attenzione. Bisogna intercettare il proprio pubblico e offrirgli contenuti di alto valore. Grazie all’esperienza che ho maturato anche con Instagram, credo di poter dare, a chi opera nel fitness, ottimi suggerimenti circa il suo utilizzo, spiegando come evitare di disperdere energie e sprecare soldi. Seguendo alcune semplici regole che vi illustrerò, potrete restare stupefatti dai risultati che otterrete e dai follower che conquisterete».

 

Perché gli odierni strumenti digitali e il web sono così importanti per i fitness-wellness club e i personal trainer?

«Perché danno slancio al nostro brand, valorizzano i nostri punti di forza. I social sono un ottimo biglietto da visita e ci permettono di entrare in contatto con tantissime persone. I dati statistici dicono che oltre l’80% dei clienti controlla i social prima di fare un acquisto. Questo perché consentono di trovare tante informazioni su chi siamo, vedere delle nostre foto, vederci e ascoltarci in video, leggere che cosa dicono di noi… e tanto altro. Non essere oggi sui social è dunque un punto di debolezza per la nostra attività. Non per forza bisogna avere profili con decine di migliaia di follower: l’importante è avere un profilo ben strutturato, in grado di dare una splendida immagine della nostra attività. E questo vale tanto per i personal trainer quanto per i centri fitness. Sfruttando la forza della nostra attività, possiamo creare contenuti, anche quotidiani, che raccontano qualcosa di noi, che ci consentono di interagire proficuamente con tante persone».

 

Quali sono le funzioni e le finalità più importanti di internet e dei social network per le strutture e i professionisti del settore fitness e wellness?

«Sono convinto che qualsiasi azienda debba sfruttare la forza di internet nella sua totalità. Bisogna essere forti sia online sia offline. Svolgere attività su internet rafforza le attività svolte sul territorio. Bisogna innanzitutto avere un sito ben progettato e sfruttare almeno un social. Quest’ultimo punto merita di essere approfondito. Non ha senso essere su tutti i social se non li si utilizzano. Mi capita spesso di vedere, nei siti internet di palestre o di altri personal trainer, i classici pulsantini Facebook, Youtube e Instagram. Andrebbe benissimo, ma il più delle volte che li clicco atterro su profili social morti, la cui ultima pubblicazione risale, magari, a 6 mesi prima. Così non va! Se mettete un pulsante social per attrarre le persone su un vostro profilo, questo deve essere aggiornato e vivo, altrimenti è molto meglio evitare di metterlo. È dunque preferibile puntare anche su un solo social, ma usarlo quotidianamente e in modo efficiente. Da un punto di vista pratico, oggi, all’inizio del 2020, consiglio ai trainer e ai centri fitness di utilizzare al meglio Instagram. È il social maggiormente utilizzato dagli appassionati di esercizio fisico, è semplice da utilizzare, rende facili le interazioni e permette di entrare in contatto con la nostra nicchia di mercato e, al tempo stesso, di targettizzarla in modo semplice tramite gli hashtag. Consiglio Youtube a chi ha tempo e voglia di creare video di qualità, a chi lo considera un canale di informazione. È perfetto per veicolare contenuti legati all’allenamento, all’alimentazione e al benessere. Consente di entrare in contatto con un vasto pubblico, ma per conquistarlo serve tempo e un duro lavoro. Per chi è agli inizi su questa piattaforma, sfruttare collaborazioni con canali più grandi può essere un’ottima strategia per entrare in contatto con un pubblico già targettizzato. Lo stesso Facebook, anche se oggi attrae di meno, è un canale che non va sottovalutato. In special modo per chi si relaziona con un pubblico più adulto e maturo. E non va nemmeno sottovalutato Tik Tok, il social network cinese che sta riscuotendo un enorme successo tra i giovanissimi, la cosiddetta Generazione Z, composta dai nati tra il 1997 e il 2010. Permette agli utenti di realizzare video della durata massima di 60 secondi, a cui è possibile aggiungere brevi sottofondi musicali o altri suoni. Potrebbe essere il nuovo Youtube? Sicuramente è un social nuovo, molto attrattivo per i giovani, che sta facendo, in termini di interazioni, numeri incredibili. Ogni social può essere idoneo alla nostra attività, può farci entrare in contatto con i nostri potenziali clienti. Bisogna dunque fare un’attenta analisi del mercato e valutare quello che potrebbe tornarci più utile per rafforzare la nostra attività sul territorio e, perché no, lanciarci anche su scala nazionale o internazionale».

 

Nel corso della tua sessione parlerai anche di numeri e di identità… puoi anticiparci qualcosa al riguardo?

«L’argomento è talmente vasto che cercherò di circoscrivere il mio intervento agli aspetti pratici. Analizzerò, nel dettaglio, ciò che internet offre oggi, cercando di fornire delle linee guida su come comportarsi per riuscire a ottenere determinati numeri. Data la vastità dell’argomento, è un attimo perdersi e non capire quale direzione prendere, soprattutto se non si è ferrati in una materia che, come ho già detto, evolve in continuazione. Solo chi ci è veramente dentro quotidianamente riesce a rendersene conto. Lo scopo di tutti è uno solo: elaborare strategie social che permettano di ampliare e fidelizzare i propri follower. Lo si può fare in modo organico, attraverso la regolarità nella pubblicazione dei propri contenuti, o attraverso promozioni mirate a pagamento. Quanto investire e come investire soldi sui social? Le interazioni a pagamento sono un ottimo strumento promozionale, che ci permette di raggiungere i nostri potenziali clienti, ma solo ed esclusivamente se abbiamo costruito una nostra immagine forte attraverso il lavoro di pubblicazione quotidiana di contenuti. Vi spiegherò tutto, in modo più chiaro e approfondito. Fornirò molte indicazioni a chi vuole ampliare la propria attività e intende valutare, con cognizione di causa, gli strumenti oggi messi a disposizione dal web. Vi aspetto al ForumClub!».

Condividi